“Il caffè delle donne” – Widad Tamimi

  "Ora so cosa ostacola l'incontro delle tue identità, ora so cosa le tiene lontane. Ma non si tratta di Occidente e Medio Oriente, non si tratta di Islam e non Islam, arabo oppure altro. C'è un mondo ideale che sta troppo in alto, e uno reale che ti riempie di delusioni."   In vista…

Annunci

“Uomini e animali nel Medioevo” – Chiara Frugoni

"Richart [...] ringrazia Dio per avere concesso all'uomo la casa della memoria, dotandola di due porte, la vista e l'udito, a cui si giunge attraverso una strada a due corsie, l'immagine e la parola, la prima che serve all'occhio e la seconda all'orecchio, poiché la memoria, «la quale è custode dei tesori che lo spirito…

“Benedette guerre” – Alessandro Barbero

  "Eppure le Crociate sono anche il momento in cui queste civiltà diverse, anche se così legate senza saperlo – perché in realtà neanche loro sospettavano quanto erano vicine, quanto avevano in comune –, si incontrano, si osservano e si descrivono a vicenda." Elsa Morante diceva: "Io volevo scrivere l’ultimo romanzo possibile. L’ultimo romanzo della…

“Sette storie gotiche” – Karen Blixen

  "Dovrete capire quel che potete, e lasciar da parte il resto. Non è un cattivo segno per una storia, se la si capisce soltanto a metà." L'estratto citato calza a pennello: ho fatto fatica a comprendere fino in fondo questo libro, non perché sia scritto male o perché la scrittrice abbia uno stile ermetico,…

“Memorie di Adriano” – Marguerite Yourcenar

  "Ma altre orde sarebbero venute, altri falsi profeti, i nostri deboli sforzi per migliorare la condizione umana saranno continuati con scarso impegno dai nostri successori; il seme di errore e di morte che anche il bene contiene in sé crescerà mostruosamente nel corso dei secoli. Il mondo, stanco di noi, si cercherà nuovi padroni;…

“La casa in collina” – Cesare Pavese

  "Si ha l'impressione che lo stesso destino che ha messo a terra quei corpi, tenga noialtri inchiodati a vederli, a riempircene gli occhi. Non è paura, non è la solita viltà. Ci si sente umiliati perché si capisce - si tocca con gli occhi - che al posto del morto potremmo essere noi: non…

“Il profumo” – Patrick Süskind

  "Il profumo ha una forza di persuasione più convincente delle parole, dell'apparenza, del sentimento e della volontà. Non si può rifiutare la forza di persuasione del profumo, essa penetra in noi come l'aria che respiriamo penetra nei nostri polmoni, ci riempie, ci domina totalmente, non c'è modo di opporvisi." In genere, se si pensa…